Sindrome fibromialgica

sindromeSintomi, diagnosi e cura della Sindrome fibromialgica o Fibromialgia.

Che sia una malattia, una sindrome o un semplice disturbo, la Sindrome fibromialgica o, comunemente detta, Fibromialgia resta ad oggi uno dei mali più invalidanti e diffusi della società odierna il cui ostacolo maggiore è la definizione  del giusto approccio curativo.

Non essendo riconosciuta come malattia, il limite più grande è la ricerca di uno specialista che, nel momento più acuto del malato, riesca a rendergli la quotidianità un po’ meno complicata.

La sintomatologia è varia e caratterizzata da un dolore muscolare cronico e diffuso in tutto il corpo, tanto da definirla una malattia reumatica.

Colpite sono prevalentemente le donne in età adulta, anche perché la diagnosi è tardiva e avviene solamente dopo un lungo percorso medico dove il paziente, disperato dai dolori e da una non rapida definizione e cura, si sente spossato e senza speranza non ricevendo una giusta considerazione ed attenzione da parte dei medici che spesso associano i sintomi allo stress.

I sintomi della Sindrome fibromialgica  sono molteplici e localizzati in tutte le parti del corpo. La tensione muscolare ed il conseguente irrigidimento, interessa la colonna vertebrale, le spalle, il collo, la testa, gli arti, le mani. Il dolore cronico è talmente intenso e continuo da provocare disturbi del sonno, dell’umore, affaticamento, astenia. La Fibromialgia è  una sindrome talmente invalidante da rendere impossibile, per chi ne è affetto, condurre una normale vita lavorativa e sociale.

I sintomi sono molteplici. Uno di essi è l’insonnia in quanto il paziente non riesce a raggiungere lo stadio profondo del sonno ed, al risveglio, ha la percezione di essere più stanco di prima.

Gli arti sono interessati da formicolio, intorpidimento, diminuizione della forza ed aumento della stanchezza muscolare.

Enormi mal di testa, di collo e dolori in tutta la colonna vertebrale, insieme ad alterazioni dell’equilibrio e difficoltà nella concentrazione, sono i punti salienti dei fibromialgici.

E di conseguenza, depressione, astenia, attacchi di panico come derivazione della presa di coscienza di non riuscire più a condurre una vita normale.

sindrome2

La diagnosi viene effettuata da un reumatologo attraverso un’attenta visita nella quale, oltre a comprendere lo stato psico-fisico del paziente, analizza i tender points: la dolorabilità alla pressione di almeno 11 di 18 tender points è indice sintomatico della presenza di questa sindrome.

Partendo dal presupposto per cui la fibromialgia è causata da un deficit della serotonina, la terapia consiste nel prescrivere farmaci miorilassanti o in grado di aumentare l’attività della serotonina come gli antidepressivi.

C’è chi propende verso terapie non farmacologiche come la fitoterapia, omeopatia. Altri consigliano terapie fisiche come massaggi, ionoforesi, Tens, anche se spesso stimolare manualmente le parti doloranti, non fa che peggiorare la sintomatologia.

Utili sono le terapie di rilassamento muscolare come lo yoga, il training autogeno, terapie cognitivo-comportamentali ed una moderata attività fisica.

Ad ogni modo il primo passo verso la guarigione è Volerlo, è prendere coscienza di cosa si ha e del perché si ha. Curare i sintomi può alleviare il dolore, ma solo agendo sulle cause si può arrivare a sconfiggere del tutto questa orribile sindrome. 

Il primo passo, al di là dei medici, dei consigli, di qualsiasi terapia, è crederci e non demordere mai, anche quando sembra impossibile trovare una soluzione. Ed è ciò che io ho fatto.

Chissà che la mia esperienza non possa esservi di aiuto.... per leggerla cliccate qui....Fibromialgia: io l' ho sconfitta!

Articolo a cura di amiciinaffitto.it. E’ possibile riproporlo nel proprio sito o blog non a scopi commerciali  solo integralmente e citando la fonte con un link cliccabile che punti all’articolo originale.

Diventa MEMBRO di Amici in Affitto, entra nella community. Potrai inserire il tuo profilo ed avrai la possibilità di interagire direttamente con tutti i membri , professionisti e non, partecipando a molti gruppi. Potrai offrire le tue capacità professionali ed usufruire di consigli di esperti.

 

 

E tu, cosa ne pensi? Scrivi qui il tuo commento :-)