Concorso pubblico

concorsoAvete mai partecipato ad un concorso pubblico?

Ebbene, io si! Io ho fatto un concorso di recente. Purtroppo non l’ ho superato….peccato!

Si svolgeva su due prove: la prima teorica, la seconda pratica. Ho studiato diversi giorni per la teorica, su qualsiasi argomento fosse oggetto dell’ esame. Mi sono presentato al concorso preparato, vuoi anche il mestiere di muratore che svolgo da molti anni e gli attestati di corsi che ho frequentato.

In quella sede eravamo 37 candidati, alcuni neanche informati sui temi oggetto del concorso. Sono entrato, tranquillo, sicuro di me e con la certezza di essere preparato. Alle tre domande che mi son state poste, ho risposto prontamente e correttamente, tanto che i selezionatori, non mi hanno neanche permesso di finire di parlare.

Sono stato ammesso alla prova pratica…. Ho pensato…è fatta!      Quest' ultima consisteva, per l’appunto, nel mostrare una buona capacità in mansioni che svolgo abitualmente, sia per la voro, sia in quanto abito in campagna da sempre: costruire ed intonacare un muretto ed usare un decespugliatore. Per chi non mi conosce, ho 12 anni di esperienza nel campo dell’edilizia, addirittura avendo un’ impresa tutta mia. Quindi, forse, era scontato pensare di essere avvantaggiato e competente. Vista l’esperienza decennale, non mi hanno neanche fatto terminare la prova in quanto erano consapevoli ed avevano capito che verteva su azioni che svolgo quotidianamente.

A prova ultimata ci comunicarono che la graduatoria con l'esito del concorso sarebbe stata esposta dopo un paio di giorni. Avrebbe vinto il concorso chi avesse totalizzato la maggioranza dei punti sommati tra la prova orale, pratica e gli attestati di corsi frequentati , che naturalmente avevo. A pari punteggio avrebbero privilegiato il più giovane di età.

Ripensando alle prove, agli altri candidati, alla mia età , l’idea di aver vinto il concorso era fortissima. Avrei avuto solo un contratto di sei mesi part-time, non mi avrebbe aiutato molto economicamente dato che ,tra il mantenimento a mia figlia, tra la rata della mia auto, se ne sarebbe andato buona parte dello stipendio, ma sarebbe stato già qualcosa….qualcosa è sempre meglio di niente, noo?

Arriva il giorno della sentenza…accendo il pc emozionato, agitato , con molta ansia guardo la graduatoria.

Quando vidi di essere arrivato quarto, sono rimasto di ghiaccio, ma quando ho visto che la vincitrice del concorso era una donna la delusione mista ad un forte senso di rabbia ha preso il sopravvento. Senza nulla togliere alle donne che sono di certo più portate per lavori amministrativi o concettuali, è possibile che una donna possa superare un uomo con esperienza decennale in edilizia?

L’ unica domanda che viene alla mia mente è.... Era forse già tutto programmato?

Perché allora lo chiamano Concorso pubblico per titoli ed esami?

Come disse Dante Alighieri…..lasciate ogni speranza o voi che entrate! E voi, cosa ne pensate?

 

Diventa MEMBRO di Amici in Affitto, entra nella community. Potrai inserire il tuo profilo ed avrai la possibilità di interagire direttamente con tutti i membri , professionisti e non, partecipando a molti gruppi. Potrai offrire le tue capacità professionali ed usufruire di consigli di esperti.

APPROFITTA DELL' ISCRIZIONE GRATUITA PER 1 MESE.  Clicca qui

Lasciate il vostro commento in fondo… se vi va.

Articolo a cura di amiciinaffitto.it. E’ possibile riproporlo nel proprio sito o blog non a scopi commerciali  solo integralmente e citando la fonte con un link cliccabile che punti all’articolo originale.

 

 

 

E tu, cosa ne pensi? Scrivi qui il tuo commento :-)

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.